Schema riassuntivo

In queste pagine abbiamo esposto e spiegato tutta la teoria dietro al Betting Exchange. Prima di passare ai consigli pratici, dal momento che il Betting Exchange può apparire complesso, riportiamo di seguito uno schema riassuntivo di tutte le regole mostrate.

Tutto il Betting Exchange in 10 punti

Sp = somma puntata, p = quota puntata, Sb = somma bancata, b = quota bancata

1. Nel Betting Exchange è possibile sia puntare che bancare. Il bookmaker percepisce una quota solo in caso di vincita, proporzionale alla vincita stessa (dal 2% al 5%).

2. Puntata: scommettere a favore di un evento, vinco se l’evento si verifica. Devo indicare la somma da puntare Sp e la quota p: se vinco vincerò Sp*(p-1), se perdo perderò Sp. Quindi la somma puntata indica la mia potenziale perdita.

3. Bancata (fare da banco): scommettere contro un evento, vinco se l’evento non si verifica. Devo indicare la somma da bancare Sb, ovvero la somma che accetto come puntata facendo da banco, e la quota b: se vinco vincerò Sb, se perdo perderò Sb*(b-1), chiamata responsabilità. Quindi la somma bancata indica la mia potenziale vincita.

4. Abbinamento: le mie puntate saranno abbinate solo se la comunità di utenti ha bancato almeno la stessa somma alle stesse condizioni. Le mie bancate saranno abbinate solo se la comunità di utenti ha puntato almeno la stessa somma alle stesse condizioni.  La profondità di mercato per una puntata o una bancata indica la somma disponibile che attende di essere abbinata. Scommettendo una somma inferiore alla profondità di mercato la mia scommessa sarà automaticamente abbinata. Le scommesse possono essere parzialmente abbinate o non abbinate. Tutte le scommesse non ancora abbinate possono essere ritirate. Un evento che causa una forte variazione delle quote (come un gol) provoca il ritiro automatico di tutte le scommesse non abbinate.

5. Nel Betting Exchange è possibile puntare e bancare lo stesso evento: questo consente di avere una vincita certa o di ridurre le perdite a seconda della quota della puntata e della quota della bancata.

6. Vincita certa: quota della puntata superiore a quella della bancata (p > b).

  • Se ho già puntato e devo bancare: la bancata Sb può andare dalla puntata Sp a Sp*(p-1)/(b-1). Parto dalla bancata uguale alla puntata (Sb = Sp) e l’aumento. Valore della bancata che restituisce la stessa vincita in ogni caso: Sb = Sp*p/b . Se banco un valore inferiore al limite minimo prevale la puntata per cui la mia puntata+bancata corrisponde a una sola puntata equivalente. Se banco un valore superiore al limite massimo prevale la bancata per cui la mia puntata+bancata corrisponde a una sola bancata equivalente.
  • Se ho già bancato e devo puntare: la puntata Sp può andare da Sb*(b-1)/(p-1) alla bancata Sb. Parto dalla puntata uguale alla bancata (Sb = Sp) e la diminuisco. Valore della puntata che restituisce la stessa vincita in ogni caso: Sp = Sb*b/p. Se punto un valore inferiore al limite minimo prevale la bancata per cui la mia puntata+bancata corrisponde a una sola bancata equivalente. Se punto un valore superiore al limite massimo prevale la puntata per cui la mia puntata+bancata corrisponde a una sola puntata equivalente.

7. Arginare le perdite: quota della puntata inferiore a quella della bancata (p < b).

  • Se ho già puntato e devo bancare: la bancata Sb può andare da Sp*(p-1)/(b-1) alla puntata Sp. Parto dalla bancata uguale alla puntata (Sb = Sp) e la diminuisco. Valore della bancata che restituisce la stessa perdita in ogni caso: Sb = Sp*p/b . Se banco un valore inferiore al limite minimo prevale la puntata per cui la mia puntata+bancata corrisponde a una sola puntata equivalente. Se banco un valore superiore al limite massimo prevale la bancata per cui la mia puntata+bancata corrisponde a una sola bancata equivalente.
  • Se ho già bancato e devo puntare: la puntata Sp può andare dalla bancata Sb a Sb*(b-1)/(p-1). Parto dalla puntata uguale alla bancata (Sb = Sp) e l’aumento. Valore della puntata che restituisce la stessa vincita in ogni caso: Sp = Sb*b/p. Se punto un valore inferiore al limite minimo prevale la bancata per cui la mia puntata+bancata corrisponde a una sola bancata equivalente. Se punto un valore superiore al limite massimo prevale la puntata per cui la mia puntata+bancata corrisponde a una sola puntata equivalente.

8. La vincita certa o la possibilità di arginare una perdita è proporzionale alla differenza tra la quota della puntata e la quota della bancata. Tanto più le due quote sono distanti tanto più alta sarà la mia vincita certa e tanto più difficile sarà arginare la mia perdita; tanto più le due quote sono vicine tanto più bassa sarà la mia vincita certa e tanto meglio riuscirò ad arginare la mia perdita.

9. La differenza tra la quota della puntata e la quota della bancata stabilisce un range entro il quale posso effettuare la puntata o la bancata. Se la puntata o la bancata sono al di fuori del range prevale una rispetto all’altra, e la mia puntata+bancata equivale ad una singola punta o bancata equivalente. Indicando con S la somma equivalente e con Q la quota equivalente abbiamo:

  • Puntata equivalente S = Sp – Sb, Q = 1+[Sp*(p-1) -Sb*(b-1)]/(Sp – Sb)
  • Bancata equivalente S = Sb – Sp, Q = 1+[Sb*(b-1) – Sp*(p-1)]/(Sb – Sp)

10. Mercato delle scommesse. Se prevedo che la quota scenderà devo prima puntare e poi bancare. Se prevedo che la quota salirà devo prima bancare e poi puntare.

Per maggiori informazioni su come aprire un conto gioco di Betting Exchange su Betfair clicca qui.